Slot machine a Las Vegas. Viaggio nella dipendenza da gioco : al confine con il feticismo

La psicologia 23635

Il volume è il frutto di un lungo lavoro di ricerca durato quindici anni e non poteva che nascere a Las Vegas, la capitale mondiale del settore, dove l'autrice ha vissuto a stretto contatto con giocatori patologici, macchinette modernissime e croupier elegantemente vestiti. Pronosticando, infine, un progressivo ma viscerale ridimensionamento del ruolo di questi ultimi, e della presenza umana in generale, all'interno di sale giochi sempre più futuristiche e capaci di ipnotizzare scommettitori con strategie di suoni colori e sensazioni. Le slot machine sono in grado di creare una forma di dipendenza molto particolare e quasi feticistica, spiega Schüll, aggiungendo che il concetto chiave su cui viene fatto perno psicologico è senza dubbio la velocità. Le macchinette elettroniche di nuova generazione, quelle che hanno sostituito le antiquate leve manuali per bottoni dalle forme invitanti, hanno la caratteristica mirata, studiata ed applicata di essere pressoché istantanee. E anche i concetti di vincita o di perdita stanno mutando il proprio significato fino a diventare parzialmente relativi, poichè chi gestisce il gioco d'azzardo è interessato alla rendita economica tanto quanto della felicità del giocatore. L'evoluzione e il futuro del settore, altamente impermeabile alla crisi finanziaria, passa per la tecnologia: con sistemi studiati nei minimi dettagli, ad esempio, è possibile diluire le perdite infondendo un senso illusorio di fiducia e speranza anche in chi ha dilapidato una piccola fortuna nello spazio di poche ore. Macchinette sempre più sofisticate e conformate ai desideri tipici della natura umana; secondo Natasha Dow Schüll, semplicemente più diaboliche che mai. Iva Inc.

Molti giocatori un casinò

Sono gli Usa. Secondo il sito Diplomatico ospitano sale da gioco , di cui più di 12o nella sola Las Vegas. Semplice: è a Venezia che nel prese forma quella affinché è considerata la prima casa da gioco del mondo: il Ridotto di San Moisè.

Perché i casinò sono progettati nel modo in cui sono?

Come funziona una slot machine. Sei aggrovigliato e preoccupato? Oppure sei entusiasta e pronto a tirare fuori il tuo portafoglio? Il risultato è che la classica teoria del layout si sta evolvendo - con l'obiettivo di animare ulteriori puntate mentre si assicura affinché tutti abbiamo ulteriore divertimento. Deve acconsentire le necessità di migliaia di visitatori ogni giorno, dai confusi neofiti affinché non hanno mai messo una denaro in una slot machine alle ricchissime "balene" che cercano di giocare sui tavoli ad alte puntate per ore. I piccoli dettagli contano.

Leave a Reply

Your email address will not be published.*